Un motivo per cambiare

Trovo incredibile che il consumo di carne nel mio paese faccia sì che gli abitanti di altre regioni del mondo non abbiano abbastanza da mangiare. Quando ho scoperto che ogni 10 secondi un bambino muore per malnutrizione e denutrizione, sono rimasta sconvolta. Com’è possibile che accada una cosa simile?

Cibo

Secondo un rapporto della FAO, tra il 2012 e il 2014, quasi 805 milioni di persone hanno vissuto in una condizione di denutrizione cronica. Questo significa che 1 essere umano su 9 non ha abbastanza da mangiare.

Il nostro consumo di carne è una delle cause di questa situazione. Circa l’80% della soia e il 40-50% dei raccolti globali vengono utilizzati per gli animali confinati negli allevamenti intensivi invece di essere usati per sfamare le persone che soffrono di denutrizione o malnutrizione.

La popolazione mondiale è arrivata a 7.5 miliardi di persone ma se il grano venisse distribuito in modo equo in tutto il pianeta si potrebbero sfamare oltre 10 miliardi di persone.

Eppure, questa abbondanza di cibo vegetale, che potrebbe essere distribuita in modo più efficiente ed equo, viene destinata agli animali da allevamento delle nazioni occidentali per permettere a pochi privilegiati di continuare a consumare carne.

Se tutti gli abitanti del pianeta seguissero l’alimentazione occidentale avremmo bisogno di una seconda Terra per soddisfare la domanda. Ma abbiamo un solo Pianeta a disposizione e man mano che la popolazione continua a crescere dovremo condividerla con sempre più persone. Se vogliamo che tutti siano ben nutriti, è fondamentale adottare un’alimentazione a base vegetale.

Quando faccio la doccia, cerco sempre di sprecare la minor quantità di acqua possibile. Ma adesso so di poter risparmiare ancora più acqua semplicemente sostituendo la carne e altri prodotti di origine animale con alternative a base vegetale. Per esempio, per produrre mezzo chilo di manzo, ci vogliono circa 9,000 litri d’acqua. Per produrre la stessa quantità di patate, bastano 136 litri!

Acqua

Per produrre carne e latticini si utilizzano enormi quantità d’acqua, una risorsa preziosissima e sempre più limitata. Infatti, sprechiamo un terzo (il 30%) di tutte le risorse d’acqua dolce disponibili per la produzione di carne e latticini.

Considerando che 800 milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile pulita, sprecare una risorsa così importante e vitale sembra quasi criminale.

In alcune regioni del mondo, c’è già carenza d’acqua. La mancanza di acqua potabile pulita risulta spesso letale per le popolazioni più povere, soprattutto i bambini, che soccombono a malattie diarroiche che potrebbero essere prevenute o curate grazie alle risorse più basilari. Spesso l’acqua potabile pulita è tutto ciò di cui avrebbero bisogno per sopravvivere.