Risotto con Zucca e Castagne

Questa ricetta è la regina dell’autunno e dell’inverno. Il risotto alla zucca e castagne ha tra i suoi ingredienti due tra i prodotti più tipici e gustosi di queste stagioni. La zucca e le castagne riscaldano la stagione con i loro sapori e colori, permettendoci di creare dei magnifici piatti meravigliosi alla vista e deliziosi al palato.

Preparation Time: circa 40 minuti

Ingredienti

(Per 4-6 persone )

  • Mezza zucca mantovana
  • 400g di riso Carnaroli
  • 280g castagne già cotte
  • 2l brodo vegetale
  • Mezza cipolla dorata
  • 3 cucchiai di lievito alimentare
  • Mezzo cucchiaio di vino bianco
  • Rosmarino
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale 

Preparazione

Per prima cosa dovremo cuocere la zucca: potete prepararla al forno, per avere un gusto più intenso. Tagliate mezza zucca mantovana a fettine, stendetela su una teglia ricoperta di carta da forno, e conditela con sale, olio e rosmarino. Infornatela per 30 minuti a 220 gradi, in forno statico. Una volta cotta, estraetele e lasciatela raffreddare, poi togliete le bucce e mettetela in una ciotola dove la passerete con un frullatore a immersione per renderla liscissima.

Ora, il risotto. In una pentola o padella dai bordi alti, fate rosolare mezza cipolla dorata con un filo d’olio. Aggiungete il riso, 400g circa, e fatelo tostare per un paio di minuti. La tostatura permetterà al riso di rilasciare l’amido lentamente, quindi di darci un risultato finale più cremoso, e di cuocersi in maniera più uniforme.

Finita la tostatura, sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e poi cominciate la classica cottura da risotto, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta.

A metà cottura aggiungete la purea di zucca ottenuta.

Mentre il risotto continua la sua cottura, tagliate 280g di castagne già cotte e aggiungetele al risotto, che sarà quasi alla fine della sua cottura.

Mescolate ancora un po’, assaggiate, e regolate di sale, dopodiché aggiungete due o tre cucchiai di lievito alimentare, che darà al vostro risotto un sapore che ricorda il formaggio.

E siamo pronti per impiattare!

Questa ricetta è di Cucina Botanica – https://www.cucinabotanica.com/